parole, un regalo sottovalutato.

Le parole, soprattutto scritte.
in questa paginetta vado a caccia di queste.

Parole in libertà, parole in ordine sparso. Vi racconterò storie, aneddoti, noiosi ricordi. Sarebbe bello che qualcuno si unisse e facesse altrettanto, così, giusto per non parlare da sola.

La buona notizia è che potete non leggerli.

L’altra buona notizia è che potete condividere i vostri. Sarebbe bello veder nascere una piccola “Libreria” di artisti vivi e vegeti e cacciatori di parole, con cui parlare del più e del meno, commentare, raccontare. Probabilmente non succederà, purtroppo si è persa l’abitudine. Di scrivere e di leggere c’è sempre meno tempo e soprattutto voglia, ma mi piace provarci lo stesso. Questo è il mio blog e almeno qui posso fare davvero quello che mi pare, l’unico rischio che correrò è quello di essere ignorata ma ho visto abbastanza tramonti per poter sopravvivere. Ho amici e conoscenti antichi come me che scrivono, tanto e bene (molto meglio di me a dire il vero). Qualcuno ha il dono della poesia, altri usano paroloni ridondanti e sussiegosi, altri ancora hanno spalancato la porta giusta e riescono a farmi volare ogni volta, con i loro racconti…

Non faccio nomi, loro lo sanno di chi parlo, e li invito qui a condividere le loro parole.

Scrivete un raccontino, inseritene uno vecchio, inventatene uno nuovo, una poesia, un qualsiasi coso parolato che vi viene andrà bene. Mi piacerebbe che questa sezione diventasse un salottino, anche un po’ pissero, con gli arredi demodé e il divano scolorito, col centrino sulla spalliera, dove prendere un thè, due biscottini, e leggere qualcosa, tutto quello che ci verrà in mente, storie d’amore e passione, pirati e coccodrilli, principesse e piantine di basilico.

Sarebbe bello.

Sarebbe bello che nessuno si permettesse di correggere gli altri, non c’è bisogno di un professore, per iNparare abbiamo fatto tutti le sQuole di base. Siamo qui per passare il tempo, cerchiamo di evitare i commenti velenosi, se possiamo…

E’ il mio salottino, ho iniziato io,
per rompere il ghiaccio,
ma vi aspetto tutti qui.

Lascia un commento