Che la stagione autunnale abbia inizio!

Che arrivi la stagione autunnale e porti con sé un pochino di fresco,
che io comincio ad averne nostalgia.

Mi sento più a mio agio, io, nella stagione autunnale. Non sono un animale adatto alle alte temperature, oltre i venticinque gradi divento appiccicosa e poco piacevole al tatto e alla vista.

Io sono da mezza stagione, come i jeans. Verso Marzo, poi, mi sarò scordata di questa sensazione e sognerò pomeriggi sotto l’ombrellone, in compagnia di un buon libro, ma per o

 

ra ne ho abbastanza. Vorrei tornare ad indossare un po’ più di vestiti che intanto mi fanno sentire più a mio agio e poi, finalmente, i cappelli. Perché i cappelli estivi fanno comunque caldo, e dopo un po’ anche uggia.

La stagione autunnale invece si presta perfettamente all’uso del mio amato accessorio.
Fra poco inizieranno i primi freschi e anche molti di voi
cominceranno a valutare la possibilità di coprirsi la testa
ed io vi aspetto…

 

prima che lo facciate a caso. Vi aspetto con il mio banchino tutto rosso nei mercatini autunnali ed invernali della provincia [ed a brevissimo pubblicherò date e luoghi]. Vi aspetto con tanti nuovi modelli e sono sicura di averne fatto almeno uno perfetto per ognuno di voi, quindi cercatemi e venite a provarli di persona, che è sempre divertente! Ho passato questa calda estate sperimentando nuove forme e abbinamenti di colori e tessuti. Ho provato a tingere alcuni pezzi completi ma non ho ancora deciso se sono soddisfatta o meno del risultato. Non so se questi cappelli verranno con me in giro per la provincia oppure rimarranno nel baule degli sperimentali. Prima o poi questi cappelli qui, strani, li rimetto in forma e vedo cosa è venuto fuori.

Intanto continuo a produrre.

Adesso la prendo con calma. Ho già selezionato una serie interessantissima di tessuti e sciarpe vintage che sono sicura si trasformeranno in cappelli divertenti, colorati e forse enormi. Ma questo lo saprò solo alla fine, quando me li proverò per la prima e, spesso, ultima volta.